Home | Notizie | Assemblea ANCI 2022: l’intervento del Ministro per la PA
29 Novembre 2022

Assemblea ANCI 2022: l’intervento del Ministro per la PA

Si è conclusa la 39^ Assemblea dell’Anci, organizzata dal 22 al 24 novembre a Bergamo,  che ha visto la partecipazione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.
L’edizione 2022, quest’anno intitolata ‘La voce del Paese. La parola alle nostre comunità’, ha registrato una grande partecipazione in termini di eventi organizzati, di pubblico e di rappresentanti Istituzionali i quali quella  del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo.

Il Ministro ha aperto il suo intervento del 23 novembre sottolineando la centralità del fattore umano nella PA e delle relazioni con il territorio, fattori importanti per modificare una narrazione spesso errata della macchina amministrativa. Di qui l’anticipazione di una prossima campagna itinerante promossa dal Ministero per favorire l’ascolto e innovare la Pubblica Amministrazione non solo dal punto di vista tecnologico ma anche culturale e organizzativo. L’innovazione passa attraverso la trasformazione digitale del settore pubblico, un’occasione per migliorare i servizi e per gestire le risorse con maggiore efficienza ed efficacia. Questi cambiamenti, come precisato dal Ministro, devono includere tutti i cittadini.

La semplificazione amministrativa, ovvero necessità di intervenire contro l’incertezza normativa e la complessità dei processi, ha proseguito il Ministro Zangrillo, è un’azione essenziale per riconquistare il rapporto di fiducia con i cittadini.
Sul piano organizzativo, il rappresentante del dicastero ha annunciato che proseguirà l’azione avviata con l’adozione del Piano integrato di attività e organizzazione (PIAO) con l’obiettivo di trovare l’equilibrio tra i diversi livelli di governance.

Nei tre giorni di manifestazione è stato centrale il tema della capacità amministrativa in relazione agli investimenti programmati con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il 72,2% dei Comuni italiani è impegnato nell’attuazione di almeno un intervento finanziato con risorse del Dispositivo europeo. I progetti PNRR gestiti dal Dipartimento della funzione pubblica rappresentano una leva per accelerare le procedure e realizzare le opere programmate poiché, come ha evidenziato il Ministro Zangrillo, si tratta di interventi destinati alla semplificazione, al potenziamento del capitale umano e alla crescita della capacità amministrativa di cui sono beneficiarie le amministrazioni centrali e locali.

In chiusura, grande enfasi è stata posta al tema delle competenze, delle responsabilità e del merito, che si concretizzerà nel processo di riqualificazione professionale avviato nella Pubblica Amministrazione e in percorsi di carriera per il settore pubblico che saranno basati sul merito.
Sui processi di reclutamento del personale nella PA, il Ministro ha espresso soddisfazione per lo sviluppo della piattaforma InPA- Portale unico del reclutamento inPA - che sarà potenziata e accompagnata da altre azioni tese a favorire l’accesso nel settore pubblico.

Per rivedere l’intervento del Ministro Zangrillo all’Assemblea ANCI clicca qui.