Home | Notizie | RiformAttiva. Il 18 dicembre appuntamento finale per il ciclo di laboratori sulla valutazione delle performance.
16 Dicembre 2020

RiformAttiva. Il 18 dicembre appuntamento finale per il ciclo di laboratori sulla valutazione delle performance.

RiformAttiva

Con l’ultimo appuntamento di venerdì 18 dicembre prossimo, si conclude un ricco percorso di condivisione dei risultati e delle esperienze realizzate con il progetto RiformAttiva in materia di valutazione delle performance. 

Un itinerario di cinque laboratori svolti a distanza che, a partire dallo scorso 2 dicembre, hanno visto coinvolte numerose amministrazioni prima nell’azione di condivisione di strumenti e di un lessico comune e, poi, nella messa a fattor comune di esperienze e metodi generati nelle fasi precedenti del progetto.
L’obiettivo principale di tutti gli appuntamenti è stato quello di analizzare i casi d’uso risultati particolarmente positivi e significativi e verificarne allo stesso tempo la generale applicabilità al comparto delle autonomie locali. 

Dopo l’analisi degli strumenti elaborati dal Comune di Putignano, utili per circoscrivere i cluster di stakeholders con i quali intraprendere percorsi di we government e valutazione partecipativa, il percorso laboratoriale è proseguito con l’analisi della matrice multidimensionale di programmazione e di audit del Comune di Ruvo di Puglia, la verifica del sistema di pesatura degli obiettivi del Comune di Ostuni, la verticalizzazione sulle varie dimensioni della performance del Comune di Massafra e  la progressiva implementazione del Piano Organizzativo del Lavoro Agile, con annessa revisione dei sistemi di misurazione e valutazione aggiornati con nuovi set di indicatori e library dei comportamenti degli smart worker.

Con l’ultimo appuntamento del 18 dicembre prossimo il percorso di condivisione culminerà con le testimonianze degli attori che hanno contribuito a generare gli output di maggior rilievo (i Segretari Generali dei Comuni di Ruvo di Puglia e Massafra) e con una riflessione collettiva sull’opportunità di promuovere una learning community, ovvero costituire su base volontaria una comunità di apprendimento che si autoalimenti per poter proseguire quel processo di consapevolezza e di crescita innescato da RiformAttiva.