Italia Login

La casa del cittadino

Il progetto “Italia Login - La casa del cittadino” nasce per accompagnare e supportare le Pubbliche Amministrazioni nel processo di trasformazione digitale, in una logica di trasparenza, semplificazione ed efficienza.
 
Per favorire il raggiungimento di quest’obiettivo, AgID mette a disposizione delle PA servizi e strumenti, quali linee guida, tool e infrastrutture, e anche azioni di affiancamento mirate.
 
Le linee di intervento che compongono il progetto Italia Login prevedono la realizzazione di:

  • layer di accesso ai servizi online;
  • layer degli ecosistemi verticali;
  • infrastrutture di interoperabilità delle banche dati nazionali e trasversali;
  • meccanismi di supporto e di controllo.

Attraverso queste azioni, AgID intende dare seguito al modello di trasformazione digitale delineato nella Strategia per la crescita digitale 2014-2020 e agevolare la realizzazione di un Sistema informativo della Pubblica Amministrazione che:

  • tenga conto dell’esigenze dei cittadini e delle imprese per l’individuazione e l’attivazione di servizi digitali moderni e innovativi;
  • uniformi e razionalizzi le infrastrutture e i servizi informatici utilizzati dalla Pubblica Amministrazione (servizi di back office);
  • valorizzi le risorse esistenti della Pubblica Amministrazione per salvaguardare gli investimenti già realizzati, anche incoraggiando e creando le condizioni per il riuso del software e delle interfacce utilizzate dai cittadini;
  • migliori l’interoperabilità tra banche dati delle Pubbliche Amministrazioni, al fine di integrare dati e informazioni e migliorare la qualità dei servizi offerti;
  • perfezioni il grado complessivo di sicurezza del sistema della PA, attraverso una serie di strumenti a supporto per la valutazione del rischio e per la messa a punto di strumenti di prevenzione alle minacce cibernetiche;
  • agevoli il controllo delle spese relative alle tecnologie digitali della Pubblica Amministrazione, integrando meccanismi per la misurazione dello stato di avanzamento delle attività programmate (ad es. tramite sistemi di project management condivisi);
  • abiliti politiche data-driven per la pianificazione delle attività future, basate sull’ottimizzazione delle spese e degli investimenti.

 

Il progetto Italia Login è finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.
È in linea con gli obiettivi del Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019-2021 e con i due obiettivi tematici della politica di coesione 2014-2020, OT11 “Rafforzare capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un’Amministrazione Pubblica efficiente” e OT2 “Migliorare l'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nonché l'impiego e la qualità delle medesime”.

Azioni in corso al 31/12/2021

Il progetto “Italia Login - La casa del cittadino” ha portato all’attivazione di numerose procedure finalizzate ad aumentare la fiducia di cittadini e imprese nei confronti dei servizi digitali della PA e a garantire un efficientamento della capacità amministrativa della Pubblica Amministrazione.

Sono state – e sono – condotte attività progettuali volte al miglioramento dei servizi online della PA con riferimento alle attività di progettazione, erogazione e monitoraggio dei servizi delle amministrazioni, anche attraverso la costruzione di community per lo sviluppo dei servizi digitali (Designers e Developers). Nel corso del 2021 sono proseguite le attività di implementazione di Web Analytics Italia la piattaforma che offre le statistiche in tempo reale dei visitatori dei siti della Pubblica Amministrazione, fornendo agli operatori dei report dettagliati. A dicembre 2021 sono 723 le amministrazioni registrate e oltre 800 i portali attivi.

Al tempo stesso si è lavorato alla costruzione di ecosistemi verticali per favorire lo sviluppo digitale di specifici ambiti. Grande spazio è stato dato alle attività volte a garantire la prevenzione e la gestione degli incidenti di sicurezza informatica nella PA attraverso l’adozione di servizi e norme tecniche, azioni di sensibilizzazione e accompagnamento verso le amministrazioni anche per garantire un corretto svolgimento di attività di smart working.

A seguito delle modifiche introdotte al Codice dell'Amministrazione Digitale dal Decreto Legge n.77/2021, convertito con modificazioni dalla L. 29 luglio 2021, n. 108, sono stati attribuiti all’Agenzia compiti in materia di accertamento delle violazioni e sanzionatori in riferimento agli obblighi di transizione digitale, che si sommano alle attività di vigilanza sui servizi fiduciari già proprie di AGID. L’Agenzia, quindi, ha focalizzato la propria attenzione alle attività di monitoraggio e valutazione dei servizi digitali per i cittadini, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza e la consapevolezza nell'uso di tali servizi, nelle potenzialità che questi offrono nelle relazioni reciproche, nelle limitazioni e nelle cautele da adottare per prevenire usi non previsti. Per agevolare i cittadini e gli addetti ai lavori in queste attività, è stato realizzato il portale "Monitoraggio servizi digitali".

Nel mese di marzo è stato avviato il progetto Informazione e formazione per la transizione digitale per la realizzazione di “Italia login – la casa del cittadino” dell’Agenzia per l’Italia Digitale in collaborazione col Formez PA, che ha visto la realizzazione di numerose azioni volte a stimolare la semplificazione e la trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione, facilitando l’interazione tra PA, cittadini e imprese. Nel corso del 2021 sono stati realizzati 10 cicli di webinar, oltre a 5 incontri formativi online da marzo a dicembre, a cui hanno partecipato complessivamente più di 8.800 partecipanti tra cui Responsabili della Trasformazione Digitale, funzionari degli uffici da loro coordinati, rappresentanti di Pubbliche Amministrazioni e società in house, di imprese e cittadini. Molti i temi strategici affrontati nei 42 incontri complessivi: sicurezza informatica, accessibilità, Dati aperti e Dati territoriali rilevanti nella trasformazione digitale della PA, assessment delle competenze digitali (e4jobPA), strumenti per la progettazione dei siti web degli Enti Locali.

Con la sottoscrizione dell'accordo territoriale con la Provincia Autonoma di Trento, avvenuta nel mese di agosto, i PMO attivati sono 12 e per tutti è stata assicurato l'accompagnamento AgID attraverso le risorse PMO e il supporto specialistico dei CdCT per le schede intervento. In questo ambito, inoltre, sono state attivate le piattaforme Territori Digitali e Rete Digitale.

E’ stata inviata alla Commissione Europea la relazione sul monitoraggio dell'accessibilità dei siti web e delle app nazionali, come richiesto dalla Direttiva 2016/2102, nella quale sono raccolti e messi in evidenza gli errori più ricorrenti nel processo di progettazione, sviluppo e manutenzione di siti e app, pubblici e privati. Conoscere infatti, con ragionevole precisione, quali sono gli errori più ricorrenti presenti su siti e app può sollecitare amministratori e sviluppatori competenti a verificare i propri servizi digitali, al fine di ridurne progressivamente le criticità.

Infine, AGID ha provveduto a pubblicare l’aggiornamento 2021 – 2023 del Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione, che:  

  • consolida l’attenzione sulla realizzazione delle azioni previste e sul monitoraggio dei risultati;
  • introduce alcuni elementi di novità connessi all’attuazione PNRR e alla vigilanza sugli obblighi di trasformazione digitale della PA.

 

Link Utili in correlati