Home | Comitato di Pilotaggio | Catalogo delle Esperienze OT11-OT2 | Consolidamento CED Comune di Terni al DCRU

Consolidamento CED Comune di Terni al DCRU

Esperienza pubblicata il: 18/03/2020
Visualizzazioni: 27

 

Trasferire i sistemi del Comune di Terni, dai CED dell’Ente, ubicati presso l’ex CMM ed a Palazzo Spada, al Data Center Regionale Unitario (DCRU), nell’ambito del programma trasversale “#consolidamento” dell’Agenda Digitale dell’Umbria, in coerenza con quanto previsto dal “Piano di razionalizzazione dell'infrastruttura digitale” (PRID) di cui all’art.19, comma 2, della L.R. n.9/2014 approvato inizialmente con DGR n.829/2014 (anche detto Programma trasversale “#consolidamento”) la Regione Umbria intende trasferire e consolidare nel DCRU i sistemi server esistenti nelle PA dell’Umbria.

Motivazione e obiettivi: 

 

L'Agenzia per l'Italia Digitale (AgID), a seguito del disposto di cui all'art. 33-septies del DL 179/2012 (convertito in Legge 221/2012) e sulla base del censimento dei CED della PA, nell'ottobre del 2013 ha pubblicato le “Linee Guida per la razionalizzazione della infrastruttura digitale della Pubblica Amministrazione”. I data center rispondenti alle caratteristiche riportate in queste Linee Guida offrono servizi che garantiscono un livello di qualità elevato, sia per la conservazione che per la gestione dei dati delle PA, e soddisfano i requisiti anche per la realizzazione del cloud computing.
Tale impostazione è stata confermata dalla Circolare AgID n.2/2016 che anticipa gli elementi essenziali del Piano triennale per l’'informatica che AgID sta redigendo secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016. Relativamente alle infrastrutture materiali viene confermata la necessità di diminuire il numero di data center, “per conseguire obiettivi di efficienza e per assicurare adeguati standard di sicurezza, attraverso la riduzione della base d’attacco e la concentrazione degli investimenti su poche e qualificate realtà”. Questo intervento si muove quindi nell'ottica di razionalizzare la gestione dei CED per contenere la spesa corrente informatica, secondo gli obiettivi fissati nella stessa Legge di Stabilità 2016.

Attività: 

 

La realizzazione progettuale è iniziata con la costruzione della base-line di configurazione del CED dell'ente e la classificazione dei sistemi e dei servizi applicativi presenti:

  • rilevamento ed inventariazione di tutte le componenti hardware e software (Server, Storage, Networking, Software di Base e di Ambiente) presenti nel CED del Comune di Terni;
  • classificazione dei Sistemi presso CED del Comune volta ad individuare:
    • i Sistemi Fisici e Virtuali da mantenere motivatamente nel CED;
    • i Sistemi Fisici da Virtualizzare e Migrare nel DCRU;
    • i Sistemi Virtuali da Migrare e/o convertire nel DCRU.

Sulla base dell'analisi condotta è stato definito e quindi attuato il piano di virtualizzazione e migrazione dei sistemi del CED del Comune di Terni presso il DCRU:

  • configurazione del Networking e delle Policy di Sicurezza presso il DCRU;
  • virtualizzazione dei sistemi fisici dal CED del Comune verso il DCRU;
  • migrazione e/o conversione dei sistemi virtuali (VM) già esistenti dal CED del Comune di Terni al DCRU;
  • integrazione nella PTC delle infrastrutture virtuali traslocate e ripristino dei sistemi virtuali.
Destinatari: 

   

  • Comune di Terni
Modalità di selezione e attuazione dell’esperienza progettuale: 
  • Affidamento in house
Soggetti coinvolti per l'elaborazione e la realizzazione: 

   

  • Umbria Digitale S.c.a r.l.
Gruppo di lavoro: 
No
Principali output realizzati dall'esperienza: 

   

  • Inventariazione dei sistemi e dei servizi applicativi presenti presso il CED dell'ente;
  • Virtualizzazione presso il DCRU dei sistemi fisici ancora in esercizio;
  • Migrazione dei server dell'Ente presso il DCRU e loro rilascio in esercizio con conseguente presa in carico delle attività di gestione tecnica da parte della struttura tecnica di Umbria Digitale.
Risultati attesi: 

   

  • Incremento dei servizi erogati dal DCRU;
  • Completamento di un ulteriore step del programma #consolidamento della Regione Umbria;
  • Miglioramento dell’efficienza e della disponibilità dei servizi del Comune di Terni trasferiti al DCRU;
  • Miglioramento dell’attività di gestione tecnica dei servizi del Comune di Terni trasferiti al DCRU.
Risultati raggiunti: 

 

Sono stati trasferiti dal CED dell'Ente al DCRU n. 17 server a vari livelli di complessità per un totale di oltre 58 vCPU, 120Gb di RAM e 7 Tb di spazio disco.

Con il trasferimento dei sistemi presso il DCRU è stato assicurato un adeguato livello di efficienza all'erogazione dei servizi applicativi e, inoltre, sono stati ottimizzati i processi di salvataggio e conduzione tecnica dei sistemi, sollevando da tali incombenze il personale tecnico dell'ente che ha potuto così dedicarsi ad altre attività di interesse dell'amministrazione.

Punti di forza: 

 

Punti forza a supporto della positiva conclusione della realizzazione progettuali sono stati il livello tecnologico del DCRU per ricevere il consolidamento dei sistemi dell'ente, la profonda conoscenza della tecnologia del DCRU e delle tecniche di virtualizzazione da parte del personale tecnico di Umbria Digitale e la stretta collaborazione con il personale tecnico dell'ente che c'è stata per tutta la durata del progetto.

Principali criticità: 

 

"Punti di forza" sopra descritti hanno evitato che si venissero a presentare elementi di criticità tipici di azioni di questo genere che sostanzialmente partono dalla scarsa conoscenza, e/o della scarsa o assente documentazione, del proprio parco tecnologico e di servizi applicativi da parte del personale tecnico degli enti.

Lezioni: 

 

Far partire il processo di consolidamento di un CED da un'approfondita fase di analisi e di documentazione dello status quo.

Trasferibilità: 

 

Il metodo di lavoro descritto nel progetto esecutivo, schematico ed essenziale, potrebbe essere applicato a qualsiasi attività di consolidamento dei CED.

Supporto: 
  • Testimonial/relatore nell’ambito di seminari o laboratori per scambio di esperienze
Progetto esecutivo e documentazione ufficiale: 
PDF icon Studio business case preliminare (D02)
Modalità di scambio attivabili
Seminari e Laboratori
Per ottenere maggiori informazioni sulle modalità di trasferimento di questa esperienza o per essere messi in contatto con i referenti

Compila il form per ottenere maggiori informazioni e chiedere di partecipare a seminari, webinar informativi, laboratori o attività di coaching.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati nei termini di quanto ivi contenuto.
Catalogo delle Esperienze OT11-OT2
> Regione Sardegna
Ecosistemi
Servizi digitali
> Regione Sardegna
Ecosistemi
Servizi digitali
> Regione Puglia
Ecosistemi
Riorganizzazione dei processi e dei servizi
> Regione Liguria
Ecosistemi
> Regione Toscana
Qualità dei servizi e delle prestazioni
Riorganizzazione dei processi e dei servizi
> Regione Liguria
Ecosistemi
Semplificazione delle procedure