XXXVII Assemblea Anci 2020: il dibattito, le esperienze e le proposte per il rilancio del Paese.

Pubblicato il
23 Novembre 2020
Assemblea ANCi

Si è conclusa a Roma l’Assemblea ANCI 2020 che quest’anno ha visto sindaci, amministratori, istituzioni e aziende confrontarsi in streaming sui temi più rilevanti per il mondo dei Comuni.

Il parterre istituzionale è stato ricco e ha visto la partecipazione delle principali cariche governative che, insieme ai 41 Sindaci relatori e 14 Ministri, hanno affrontato nelle tre giornate temi come: riqualificazione urbana, ambiente, salute nelle città, giovani amministratori, la sfida del recovery fund, lo spopolamento dei piccoli Comuni e soprattutto il futuro dopo l’emergenza Coronavirus.

In questa cornice è emerso quanto i Comuni, “sentinelle della coesione”, siano e saranno più che mai decisivi per la visione di sviluppo sostenibile e ripartenza del Paese.

Durante l’ultimo panel “L’Italia giovane per il rilancio del Paese” il  Ministro per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone ha sottolineato  la necessità di  trasformare le Amministrazioni locali in “orientatori dello sviluppo del territorio”.

Ciò sarà possibile grazie allo stanziamento del Governo di 42 milioni di € del fondo per la capacità amministrativa a supporto delle amministrazioni comunali. 

Il Ministro Fabiana Dadone ha, inoltre, ricordato le innovazioni in corso nella Pubblica amministrazione italiana, legate a trasformazione digitale e rafforzamento capacità amministrativa, che consentiranno di realizzare benefici diffusi sia per le amministrazioni stesse che per i cittadini e le imprese.