Riuso e open source per la Pubblica Amministrazione

Pubblicato il
10 Giugno 2019
Riuso e open source

Alla Seconda Conferenza RTD, AgID ha presentato CCROS, il Centro di Competenza per il Riuso e l’Open Source, volto a costruire strumenti a supporto dei processi di Acquisto, Sviluppo e Riuso di soluzioni informatiche nelle Pubbliche Amministrazioni, in coerenza con le linee guida di recente pubblicazione.

Le Linee guida su acquisizione e riuso di software per le pubbliche amministrazioni, pubblicate il 9 maggio 2019 sul sito AgID, sono adottate in attuazione dagli articoli 68 e 69 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) e promuovono:

  1. le modalità e i criteri con i quali un’amministrazione deve effettuare la valutazione comparativa per decidere la modalità di acquisizione di un software;
  2. la piattaforma per la pubblicazione di codice sorgente sotto licenza aperta e la documentazione del software messo a riuso dalle amministrazioni, indicando anche le modalità tecniche di utilizzo.

 Un elenco non esaustivo di software oggetto di queste linee guida è il seguente:

  • Applicazioni web (frontend e backend)
  • Applicazioni desktop
  • Applicazioni mobile
  • Componenti e applicazioni semilavorate
  • Framework
  • Librerie
  • Plugin
  • Sistemi operativi
  • Siti web (frontend e backend)

Le suddette linee guida favoriscono la razionalizzazione delle soluzioni utilizzate nei settori/servizi comuni alle Pubbliche Amministrazioni, quali, ad esempio, gestione del personale, gestione e conservazione documentale, gestione dei processi decisionali, comunicazione istituzionale e trasparenza amministrativa e dettano gli indirizzi secondo cui le PA, titolari di soluzioni e programmi informatici realizzati su specifiche indicazioni del committente pubblico, hanno l’obbligo di rendere disponibile il relativo codice sorgente, completo della documentazione e rilasciato in repertorio pubblico sotto licenza aperta, in uso gratuito ad altre amministrazioni e alla collettività.

Il CCROS mette a disposizione competenze e strumenti per:

  • supportare le PA nell’individuazione e nella condivisione dei modelli di governance,
  • individuare strumenti per la gestione della vetrina delle soluzioni in riuso delle PA (classificazione, link ai repository, strumenti per la gestione delle comunità),
  • favorire l’allineamento alle linee guida di policy "locali" e di strumenti,
  • supportare il territorio per il riuso di soluzioni e la diffusione di buone pratiche,
  • favorire l'animazione delle community territoriali,
  • fornire supporto tecnico giuridico per la scelta e la gestione delle licenze.

Il Centro di Competenza favorisce le esperienze locali sul tema, anche attraverso l’apertura di osservatori regionali e la condivisione di occasioni di confronto e di sfida (incontri, contest, hackathon, assessment) per tutti i soggetti che vogliono contribuire alla trasformazione digitale della PA.

AgID promuove l'utilizzo della licenza aperta finalizzata al riuso delle soluzioni software nella Pubblica Amministrazione, intese come l’insieme delle attività che consentono il suo utilizzo in un contesto diverso da quello per cui è stato originariamente sviluppato.

Secondo il Codice dell’Amministrazione Digitale, il software in riuso è esclusivamente quello rilasciato con licenza aperta da una pubblica amministrazione.