RiformAttiva. Dalla norma ai risultati

Pubblicato il
31 Maggio 2018
Facilitazione visuale in corso
Riferimento Progetto: 

Progettare e realizzare il cambiamento della PA, ma soprattutto accompagnarlo, condividerlo e raccontarne il percorso. È questa l’idea di base con cui il Dipartimento della funzione pubblica, Formez PA e le amministrazioni protagoniste di RiformAttiva hanno voluto raccontare a FORUM PA 2018 gli obiettivi e le attività del progetto.

Nel ricco panorama di convegni, workshop e seminari dell’edizione 2018 del Forum della Pubblica Amministrazione, svoltosi a Roma dal 22 al 24 maggio, RiformAttiva ha provato a introdurre una prima innovazione di metodo, oltre che di merito, nella condivisione di valori, obiettivi e attività in corso. Un’innovazione che, nel pomeriggio del 24 maggio, ha visto l’organizzazione di una sessione di lavori in cui le amministrazioni protagoniste della fase “pilota” hanno condiviso le modalità attuative della riforma della Pubblica Amministrazione con le 108 amministrazioni che hanno aderito alla specifica manifestazione di interesse per la fase successiva di più ampia attuazione e diffusione della riforma.

Nella prima sessione plenaria i lavori sono stati aperti da Elio Gullo, del Dipartimento della funzione pubblica, il quale nel processo di cambiamento della PA sottolinea quanto sia sostanziale dare la massima visibilità alla fase di attuazione che costituisce il cuore della trasformazione dei risultati di riforma in prassi abituali per i cittadini.

A seguire, Giovanni Xilo, consulente del Dipartimento della funzione pubblica, ha presentato alla platea dei partecipanti lo stato di operatività del progetto, illustrando come le 18 amministrazioni “pilota” della prima fase stiano conducendo una sperimentazione di attuazione su 4 ambiti tematici principali: semplificazione e conferenza dei servizi, accesso civico generalizzato, valutazione delle performance e analisi delle competenze e fabbisogni assunzionali.

A questi temi il progetto aggiunge un’ulteriore offerta di servizi, destinata alle amministrazioni interessate, relativa alla comunicazione pubblica e in particolare al tema del social media management.

Dopo la sessione plenaria, le amministrazioni partecipanti all’appuntamento si sono distribuite in 3 diversi gruppi tematici dedicati rispettivamente alla semplificazione, alla valutazione delle performance e all’analisi delle competenze. Ciascun gruppo, condotto da esperti tematici, ha visto la partecipazione di un facilitatore visuale e di una delle amministrazioni pilota.

Il gruppo di lavoro dedicato alla semplificazione e in particolare alla Conferenza di Servizi, condotto da Nicoletta Rangone, ha visto la partecipazione e il confronto diretto con i referenti della Regione Lazio, di Prato quale Amministrazione pilota e dei rappresentanti di altre amministrazioni coinvolte nella seconda fase o presenti fra il pubblico e nel panel di confronto fra cui la Provincia di Potenza, la Regione Abruzzo, il Comune di Mira, la Provincia di Trapani e il Comune di Ercolano.

Il gruppo di lavoro dedicato all’analisi delle competenze, condotto da Francesco Longo, ha visto invece la partecipazione e il confronto diretto con i referenti della Regione Lazio, del Comune di Pescara e di altre amministrazioni coinvolte nella seconda fase o presenti fra il pubblico e nel panel di confronto.

Il gruppo di lavoro dedicato alla valutazione delle performance, infine, è stato condotto dal referente dell’ambito tematico Bruno Carapella e ha visto la partecipazione e il confronto con i referenti del Comune di Grosseto quale Amministrazione pilota e di numerose altre amministrazioni presenti fra il pubblico.

La discussione, l’illustrazione dei piani di lavoro e delle azioni in corso nelle amministrazioni pilota hanno evidenziato un quadro di rilevante interesse tanto per gli obiettivi, quanto per gli strumenti e le metodologie in fase di condivisione e sviluppo.

Il miglioramento dei servizi, lo sviluppo di soluzioni organizzative, i bisogni di innovazione diffusa e strutturata e l’attenzione a risorse e competenze hanno poi rappresentato il filo conduttore dell’intero confronto all’interno dei singoli gruppi di lavoro. Tale confronto è stato inoltre supportato dalla presentazione dei primi risultati di un’indagine condotta dal Formez PA sugli obiettivi e le attese delle amministrazioni rispetto al progetto RiformAttiva, che ha consentito un ulteriore approfondimento sulle potenziali aree di criticità per la sostenibilità e la sistematizzazione della trasformazione in atto e su cui il progetto stesso è chiamato a investire per il futuro.

Guarda la gallery fotografica dell'incontro