Internet gratis nei Comuni, aperto il primo bando europeo di WiFi4EU

Pubblicato il
05 Giugno 2018
Logo WiFi4EU

Un buono di 15mila euro per installare hotspot Wi-Fi gratuiti in luoghi pubblici - biblioteche, musei, parchi, piazze - e avvicinare così la connettività ai cittadini. È l’iniziativa promossa dall’Unione Europea in favore dei Comuni, lanciata il 15 maggio scorso con la pubblicazione del primo bando di gara.

Grazie a uno stanziamento di circa 120 milioni di euro - il piano complessivo prevede la pubblicazione di altri quattro avvisi fino al 2020 - gli Enti locali, anche in forma associata, potranno ricevere un contributo per acquistare e collegare apparecchiature Wi-Fi, mentre i costi relativi alle procedure d'appalto per individuare l'azienda cui affidare il servizio di installazione della rete e i costi di manutenzione saranno a loro carico. Tutto questo a patto che non dispongano già di analoghi servizi pubblici o privati.

Il progetto fa parte di una serie di iniziative lanciate dalla Commissione europea a partire dal settembre 2016, tra cui il roaming gratuito lo scorso anno, per migliorare la connettività di internet per i cittadini e le imprese europee.

Candidature

Per partecipare all’iniziativa e beneficiare del contributo, i Comuni devono effettuare la registrazione online nella propria lingua sul portale web www.WiFi4EU.eu - aperto il 20 marzo scorso - e presentare la domanda di voucher da 15mila euro cliccando sul pulsante “Domanda di buono” sulla pagina “La mia domanda”.

La selezione avverrà secondo un criterio basato sull’ordine di presentazione delle candidature e del Paese di provenienza. Ciascun Paese avrà diritto a un numero di buoni compreso tra i 15 e i 95, in modo da ottenere una distribuzione geografica equa.

Ogni Comune può vincere al massimo un solo voucher, e chi non è stato scelto alla prima selezione potrà partecipare ai bandi successivi.

Ad oggi sono oltre 17mila le manifestazioni di interesse presentate.

In estate la Commissione Ue annuncerà le prime 1.183 Amministrazioni locali vincitrici dei fondi (le risorse stanziate per il primo invito ammontano a oltre 17,7 milioni di euro), che avranno tempo 18 mesi per installare reti wireless gratuite in spazi pubblici tramite società di telecomunicazioni e fornitori internet di loro scelta.

Requisiti

Internet dovrà avere una velocità di almeno 30Mbps e il servizio dovrà essere disponibile per tre anni, mentre non dovrà essere necessario raccogliere dati personali per utilizzarlo.

La zona coperta, inoltre, non deve essere già beneficiaria di altri fondi o progetti simili.

Informazioni per le imprese

Il portale WiFi4EU offre alle imprese di impianti Wi-Fi la possibilità di registrarsi e indicare in quali Paesi e Regioni possono prestare i propri servizi, affinché i Comuni possano consultare l'elenco dei fornitori per le proprie procedure d’appalto.

Le imprese possono registrarsi sul portale in qualsiasi momento, entro la data in cui un Comune selezionato conferisce loro l'appalto. In questo modo, una volta terminata l’installazione, potranno riscattare il voucher.

Scadenza

Il termine per presentare le domande è il 15 giugno 2018, ore 17:00 CEST.