Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

PON Scuola - Asse III Capacità istituzionale e amministrativa

Dotazione Finanziaria: € 70.726.277,00

Monitoraggio

Risultato Atteso Numero progetti Impegni giuridicamente vincolanti Pagamenti
11.1 2 9.404.141,22 485.652,72
11.3 2 30.521.028,88 0,00
Totale 4 39.925.170,10 485.652,72

Fonte: Dati IGRUE al 31.12.2016

Programmato

Risultato Atteso AdP/Obiettivo Specifico PO e relative azioni

11.1.1 - Interventi mirati allo sviluppo delle competenze per assicurare qualità, accessibilità, fruibilità, rilascio, riutilizzabilità dei dati pubblici [anche attraverso modalità collaborative e online] e promozione di sforzi mirati e adattamenti organizzativo-professionali, orientati al rilascio continuativo e permanente di dati in possesso di enti pubblici territoriali

 

11.1.2 - Progetti di Open Government per favorire trasparenza, collaborazione e partecipazione realizzati tramite il coinvolgimento di cittadini/stakeholder e iniziative per il riutilizzo dei dati pubblici, la partecipazione civica e il controllo sociale

 

11.1.3 - Miglioramento dei processi organizzativi per una migliore integrazione e interoperabilità delle basi informative, statistiche e amministrative, prioritariamente Istruzione, Lavoro, Previdenza e Servizi Sociali, Terzo Settore, Interni ed Affari Esteri e Pubbliche Amministrazioni

L’obiettivo dell’Aumento della trasparenza e interoperabilità e dell’accesso ai dati pubblici sarà perseguito attraverso alcuni ambiti di intervento fondamentali.

Essenziali saranno gli interventi per la diffusione di open data e per l’interoperabilità delle banche dati. Si tratta di azioni volte a favorire l’elaborazione e la diffusione delle informazioni in modalità open, interventi di progettazione e sviluppo per consentire l’interoperabilità delle diverse banche dati del settore istruzione, anche al fine di facilitare lo scambio, l’elaborazione e la diffusione dei dati disponibili sulle diverse policy e a sviluppare e implementare i necessari sistemi di rilevazione.

In funzione di questa prospettiva, si ritiene indispensabile promuovere l’acquisizione e lo sviluppo di competenze per assicurare qualità, accessibilità, fruibilità, rilascio, riutilizzabilità dei dati pubblici, da parte del personale delle amministrazioni centrali e periferiche (MIUR, USR, Enti strumentali, scuole) che a vario titolo concorrono alla costruzione e alla condivisione di banche dati, a partire da quelle relative alla scuola dell'infanzia fino ai gradi di istruzione superiore.

Un ruolo centrale nelle azioni di e-government riveste la dematerializzazione dei processi amministrativi, anche al fine di dare attuazione alle relative previsioni normative. Si intende pertanto dare un forte impulso alla digitalizzazione delle scuole in termini di trasparenza, dematerializzazione dei documenti amministrativi e di gestione informatizzata e trasparente dei servizi.

In quest’ottica, il rafforzamento della capacità delle amministrazioni pubbliche sarà perseguito attraverso soluzioni, strumenti e percorsi formativi e sviluppo di sistemi informatici volti alla dematerializzazione e semplificazione dei processi amministrativi e gestionali e interventi di innovazione tecnologica dei processi interni alla Pubblica Amministrazione nel quadro del Sistema pubblico di connettività.

Più nello specifico, potranno essere realizzati inoltre:

  • percorsi formativi volti ad adeguare le conoscenze e le competenze del personale dell’Amministrazione scolastica centrale e periferica e delle scuole ad una progressiva informatizzazione dei servizi amministrativi, per favorire la trasparenza, la semplificazione e la digitalizzazione delle procedure e l’avvio di processi di e-government
  • diffusione e utilizzo di strumenti e tecnologie di dematerializzazione amministrativa previsti dalla normativa sul CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) per una gestione informatizzata della documentazione amministrativa, quali ad es. Protocollo Informatico o Conservazione Sostitutiva, Archiviazione elettronica dei documenti, al fine di facilitare e velocizzare l’accesso ai dati e il rilascio di documenti
  • miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità delle banche dati esistenti ed implementazione di nuove banche dati e sistemi di elaborazione mirati ad una migliore fruizione delle informazioni da parte dei beneficiari, quali ad es. anagrafe degli studenti, anagrafe nazionale degli edifici scolastici, banche dati sui livelli di apprendimento
  • creazione di archivi informatici documentali facilmente accessibili e fruibili, in un’ottica di Open Data
  • attivazione di centri di servizi, quali ad es. l’apertura di portali informatici per il Document Management, finalizzati alla diffusione e alla condivisione, fra gli uffici centrali e periferici dell’Amministrazione e fra le scuole, di procedure, documenti, conoscenze, esperienze e buone pratiche per il miglioramento della performance gestionale ed amministrativa, in un’ottica di knowledge management
  • informatizzazione dei processi di organizzazione scolastica, quali ad es. servizi on-line di comunicazione scuola-famiglia, registro elettronico, per facilitare una gestione aperta e partecipata del servizio scolastico, in un’ottica di Open Government

Per gli interventi di capacità istituzionale e amministrativa è prevista una durata pluriennale al fine di garantire continuità all’attuazione delle iniziative.

11.3.2 - Definizione di standard disciplinari di qualità del servizio, sviluppo di sistemi di qualità, monitoraggio e valutazione delle prestazioni e standard di servizio

 

11.3.3 - Azioni di qualificazione ed empowerment delle istituzioni, degli operatori e degli stakeholders

 

11.3.4 - Azioni di rafforzamento e qualificazione della domanda di innovazione della PA, attraverso lo sviluppo di competenze mirate all’impiego del “Pre-commercial public procurement”

 

11.3.6 - Azioni di sviluppo e rafforzamento della collaborazione in rete interistituzionale e di coinvolgimento degli stakeholders, con particolare riferimento ai servizi sociali, ai servizi per l’impiego, ai servizi per la tutela della salute, alle istituzioni scolastiche e formative

Il Miglioramento delle prestazioni della pubblica amministrazione nel settore scolastico, richiede l’avvio di un insieme organico e integrato di interventi di innovazione, efficientamento e modernizzazione del servizio, ispirati ad un quadro logico comune che si fonda sulla cultura del risultato e sul coinvolgimento responsabile del personale nel miglioramento del servizio.

All’interno di tale quadro logico, si colloca un disegno riformatore unitario che prevede l’avvio di azioni plurime e diversificate, tutte in diverso modo concorrenti alla riqualificazione del servizio scolastico, con una particolare attenzione per l’apparato amministrativo che opera nel sistema di istruzione, sia all’interno delle scuole che nell’ambito dell’amministrazione centrale e periferica, e al quale è necessario assicurare l’acquisizione del nuovo bagaglio di conoscenze e competenze richieste da nuovi modelli organizzativi e gestionali.

A tal fine, si ritiene utile avviare un insieme di processi di miglioramento e innovazione delle performance, di cui si riportano di seguito, a titolo indicativo, alcuni esempi:

  • studi e ricerche per la definizione degli standard (disciplinari, degli ambienti scolastici, della qualità del servizio, definizioni di modelli innovativi di sviluppo sostenibile per l’edilizia scolastica, ecc…) e dei livelli essenziali del servizio (delle prestazioni, dell’offerta formativa e delle infrastrutture didattiche dell’istruzione)
  • interventi di potenziamento del Sistema Nazionale di Valutazione, rafforzando il sistema informativo e le relative banche dati, al fine di consentire l’utilizzo dei metodi e degli strumenti più appropriati per valutare i processi di policy condotti con i Fondi nel settore istruzione ed orientarli al miglioramento continuo
  • sviluppo di Sistemi di Gestione della Qualità come strumenti di controllo manageriale e di sistematizzazione nelle scuole dei processi di programmazione, valutazione e comunicazione della performance
  • azioni di formazione e qualificazione del personale scolastico per la riorganizzazione della didattica, degli ambienti scolastici e del tempo-scuola in funzione di una gestione più collegiale e flessibile delle attività didattiche formali e non formali e di una maggiore efficacia del processo di insegnamento/apprendimento
  • azioni di formazione e qualificazione di funzionari e dirigenti scolastici in materia di efficienza energetica e organizzazione degli spazi scolastici, al fine di garantire che i temi ambientali e del cambiamento climatico siano integrato in azioni future
  • azioni di riqualificazione della dirigenza scolastica per lo sviluppo della capacità di esercitare una leadership efficace e responsabile
  • interventi di formazione ed empowerment del personale amministrativo centrale e periferico sulla corretta gestione dei Fondi Strutturali e degli interventi di sviluppo e coesione
  • azioni di sviluppo e rafforzamento del partenariato della scuola, attraverso forme diversificate di coinvolgimento degli Organi Collegiali e altri meccanismi di partecipazione democratica dell’utenza scolastica, diretta e indiretta: docenti, studenti, genitori, dirigenti, personale tecnico-amministrativo
  • interventi per la progettazione e l’adozione di strumenti complessi, come accordi di rete, convenzioni con soggetti pubblici e/o privati ecc., in base alle diverse forme previste dal Regolamento dell’Autonomia

11.5.2 - Interventi per lo sviluppo delle competenze per la prevenzione della corruzione negli appalti pubblici, con particolare riferimento a disegno e controllo dei bandi, gestione procedure online, metodologie di ispezione sulle attività di gestione degli appalti e per la gestione integrata degli strumenti di prevenzione della corruzione (codici di comportamento, whistleblowing, risk management)

Nell’ambito dell’obiettivo Aumento dei livelli di integrità e di legalità nell’azione della Pubblica Amministrazione, anche per il contrasto al lavoro sommerso, per accrescere la qualità e la regolarità dei processi di programmazione e gestione amministrativo-contabile del servizio scolastico, si ritiene necessario realizzare percorsi formativi per i Dirigenti e funzionari dell’Amministrazione Centrale e i Dirigenti Scolastici e i Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi, nonché per i funzionari che svolgono attività di controllo.

Attraverso iniziative di formazione, informazione e animazione territoriale si intende agire su diversi aspetti dell’azione amministrativa, quali:

  • aggiornamento sulla normativa anticorruzione e relativa alla trasparenza
  • livelli di regolarità, integrità e trasparenza della gestione contabile e dei servizi amministrativi
  • adeguatezza e regolarità delle procedure di reclutamento del personale
  • conoscenza e di utilizzo di procedure negoziali e della normativa in materia di appalti pubblici (con attenzione specifica agli appalti verdi)
  • qualità della spesa dei fondi strutturali e sistema di controlli della regolarità e della conformità alla normativa nazionale ed europea
  • livelli di conoscenza e competenza dei funzionari che svolgono attività di controllo e qualità delle strumentazioni a disposizione
  • standardizzazione delle procedure e degli approcci utilizzati nella realizzazione delle attività di controllo